Un’alternanza di Yin di Yang si chiama la Via.
Le situazioni rappresentate dagli esagrammi non sono che stati di aggregazione temporanea che torneranno al loro contrario. In questo mondo degli esagrammi non c'è permanenza: tutto è in perpetua mutazione. Fra queste alternanze ci sono due poli: lo Yin e lo Yang.
Tutto ciò che si espande e raggiunge la propria pienezza perirà a sua volta. Così c’è più potenzialità di vita e di sviluppo in ciò che è ancora debole, vuoto, vile, che in ciò che è forte, pieno, nobile. È per questo che il debole prevale sul forte e il molle sul duro.
(Tao-Tê-Ching, Il libro della Via e della Virtù)

 

Significato di Fèng Huáng, la fenice cinese

La fenice cinese viene identificata come uno dei quattro animali soprannaturali, detti “I quattro Spiritualmente dotati”, che presiedono i destini della Cina e rappresentano le forze primordiali degli animali. Essi sono, insieme alla fenice, la tartaruga, il drago e la tigre che sono associati agli elementi fuoco, acqua, legno e metallo.

Il Fèng Huáng è il simbolo della Scuola di arti marziali cino-vietnamita e rappresenta l’insieme del Fèng maschile e del Huáng femminile. La fenice ha un piumaggio colorato dei 5 colori fondamentali nero, bianco, rosso, blu, giallo: il becco di un gallo, il muso di una rondine, la fronte di una gallina, il collo di un serpente, il petto di un’oca e il dorso di una tartaruga, le gambe di una gallina e la coda di un pavone.

La rappresentazione della fenice cinese risale al 700 a.C. e oltre a rappresentare lo ying e yang, rappresentava il luogo dove vi erano persone leali e oneste.

Il suo corpo simboleggia i sei corpi celesti:

  1. La testa: il cielo
  2. Gli occhi: il sole
  3. Il dorso: la luna
  4. Le ali: il vento
  5. I piedi: la terra
  6. La coda: i pianeti

I suoi colori vengono anche abbinati alle virtù

  • Blu = amicizia
  • Giallo = onestà
  • Rosso = saggezza
  • Bianco = fedeltà
  • Nero = carità

La Fenice logo della Scuola Feng Huang

La Scuola Fèng Huáng

Tai Chi e Kung Fu cino-vietnamita

 

Maestro Raoul Pianella al tempio di Wudang

Nata nel 1990 dal Maestro Caposcuola Raoul Pianella, 8° Dang e unico responsabile in Italia della World Union Wõ Ðao Vietnam.

La Scuola Fèng Huáng pone le fondamenta sui sani valori di umiltà, nell’ossequio dei rituali codificati: è lontana dal concetto di palestra occidentale creata per l’arricchimento personale, ma è rivolta al raggiungimento del benessere psico-fisico, che rappresenta buona parte dell’arte marziale vera.

Ispirandosi agli insegnamenti ricevuti dal Gran Maestro Shin Dae Woung, il Maestro Pianella ha creato la Scuola Fèng Huáng sulle cinque virtù del Kung Fu:

  • REN NAI (pazienza);
  • YONG GAN (coraggio);
  • QIAN GONG (umiltà);
  • CHENG XIN (sincerità);
  • XIAN MING (saggezza).
Stili di Kung Fu:
  • Võ Binh Dinh
  • Vukhidau
  • Shàolín Chuan
  • Táng Láng Chuan
  • Pakua Chuan
  • H’ Sing’ Y
Stili di Tai Chi:
  • Li Chuan
  • Chan Men
  • Qi Gong
Sandà:

Combattimento sportivo

Liu Shaolin Chuan:

Studio dei sei animali

Jiao Li Chuan:

Tecniche di lotta cinese

Studio delle armi tradizionali vietnamite e cinesi:

Bong (Bastone), Long Gian (nunchaku), Long Gian Hai (nunchaku doppi), i Moc-Can (tonfa o bastoni con impugnatura), i Song Dao (i coltelli), il Tham Thien Gian (kien kun o i tre bastoni con catena), il Ma Dao (la sciabola), Ma Dao Hai (doppia sciabola), i Tieu Bong (pang o bastoni corti doppi), Kan Pien (la catena a nove sezioni), lo Shaolin Shan (il ventaglio con punte), Chiang (la lancia), il Dai Dao (l’alabarda con nove anelli), Riu (l’ascia doppia), i Liu Jiao Dao (mezzelune del pakua), But Chi (la pala volante), Chien Kung Fu e Chien Tai Chi (spada doppia lama Kung Fu e Tai Chi).

Enti, Federazioni e responsabili della Scuola:
  • Ente sportivo aderente: Csain CONI Roma;
  • Federazione appartenenza Nazionale: F.A.M.I. Csain;
  • Federazione Internazionale: World Union Vo Dao Vietnam (sede a Parigi - Francia);
  • Unione italiana Feng Huang asd Nazionale: Un.i.f.h.;
  • Direttore Tecnico Nazionale: allievo diretto Vo Su Christian Panetta 6° Dang;
  • Responsabile arbitraggio Vo Tu Do: Giuseppe Vrenna Cintura Rossa;
  • Responsabile arbitraggio armi combattimento Vu Khi Dao: Marco Africano 4° Dang;
  • Responsabile dimostrazione equipe Nazionale: Giao Su Tony Di Natale 4° Dang;
  • Responsabile corso Feng Huang Sandà: Tony di Natale 4° Dang;
  • Responsabile segreteria Un.i.f.h: Vo Su Christian Panetta 6° Dang;
  • Responsabile sito internet: Andrea Ferrigno 1° Dang;

 

Discendenza della Scuola Fèng Huáng:   Organigramma

 

Il Maestro Fondatore Su Phu Raoul Pianella 8° Dang e il Direttore Tecnico Nazionale Vo Su Christian Panetta 6° Dang

maestro-fondatore-Raoul-Pianella-maestro-Christian-Panetta